sabato 15 dicembre 2012

Armi si, armi no? NO

Il fatto di cronaca dell'altro giorno ha riportato alla luce un problema che gli americani fingono di ignorare, ovvero quel diritto, sancito dal II Emendamento della loro carta costituzionale, che li autorizza a detenere delle armi per difesa personale.
La troppa facilità con cui si maneggiano armi, con disinvoltura e sufficienza, porta a casi limite cone quello di Newtown, che peraltro è solo l'ultimo di una lunghissima serie approfondimento qui
Però da questa immagina che pubblico, si vede chiaramente che il problema è ben più grande 
Se poi si vanno a leggere le deliranti affermazioni della "lobby" delle armi viene altro di che scandalizzarsi.
Che le armi siano un buon affare per chi le produce e chi le vende non è una novità , approfondimento qui, mi domando piuttosto se Obama, invece di commuoversi in Tv ,non si decida piuttosto a scrivere la parola basta su questo che secondo me è uno scandalo, tollerato dall'opinione comune (sempre che una consistente parte , non ne sia ancora convinta della sua utilità)
Ci vuole troppo a cancellare il II emendamento? Quanti morti ancora?

La prima di Lohengrin, dietro le quinte dell'addobbo floreale

Qui di seguito pubblico le bellissime foto che Viola Cadice ha scattato presso i Laboratori del Teatro alla Scala di Milano, durante i lavori di allestimento floreale del teatro, in occasione della Prima di Lohengrin.
Da molti anni i fioristi di Milano, preparano le decorazioni floreali della sala del Piermarini ed è un regalo che fanno alla loro città.
Gente come me aiuta a dar man forte  nello svolgimento di questo impegnativo lavoro che si svolge a sera tarda, nei giorni precedento la messa in scena.
Qui, nel reportage, un bellissimo dietro le quinte.




Inoltre un bel servizio è stato realizzato da Gardenia sul numero di gennaio 2013





lunedì 3 dicembre 2012

Il Trio

Ogni tanto mi torna in mente (e vado puntualmente a rivedermi) qualcuno di questi spezzoni, che fra l'altro sono fra i miei preferiti.
Il Trio, Anna Marchesini, Massimo Lopez e Tullio Solenghi, per me rappresentano il ricordo di una televisione di Valore che ora non c'è più, trascinata nella volgarità e nel grossolano da cabarettisti più o meno mediocri.
Loro invece incarnano il talento e la sottile ironia, provate ad immaginare una qualsiasi cabarettista di oggi, immedesimarsi nel ruolo della sessussssssuoooologa così ben interpretata dalla Marchesini,una "mission  impossible".
Chapeau !


Sanità insostenibile?

Più il tempo passa e più peggiora la mia opinione sul Professore e l'operato del Suo Direttorio.
L'ultima uscita (infelice) in ordine di tempo riguarda il sistema sanitario italiano, che , manco a dirlo, sarebbe insostenibile.
Che sia ulteriormente razionalizzabile eliminando gli sprechi è quantomeno ovvio, ma certo che se analizziamo questi due grafici, ci rendiamo conto che le cose nel nostro paese non vanno poi così male, se confrontate con il resto dei paesi industrializzati.
Interessante fra l'altro il confronto con il sistema USA che secondo me (ed anche secondo altri) rimane sempre discutibile nella sua efficacia.
Questo grafico mostra la spesa pubblica (in azzurro scuro) e privata (in azzurro chiaro) pro capite nell’anno 2009 nei paesi OCSE, in dollari USA a parità di potere d’acquisto.
In quello seguente invece vediamo, che anche in base alla spesa pubblica, l'Italia non è assolutamente fuori dalla media

Implicitamente quindi, il Professore ci sta comunicando forse, che sta per abbattere la scure anche sulla sanità, andando come al solito a penalizzare i cittadini, peraltro continuando, in modo imperterrito, a consolidare i privilegi della "Casta" e senza rimandare le spese poco utili (vedi F35, Tav ecc) di cui avevo già espresso un giudizio a suo tempo
Per chi vole togliersi lo sfizio di approfondire consiglio questa lettura

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...